Apprendre le francais a travers la culture francaise !
 
prev next

Ciò che la notte racconta al giorno

December 8th, 2011 general

Hector BIANCIOTTI, Ciò che la notte racconta al giorno, 1992, ed. Grasset et Fasquelle. (coll. Folio 2000).

Nel 1992, l’autore scrive questo libro autobiografico all’età di 62 anni, dopo un’importante carriera letteraria che lo condurrà alla Académie Française nel 1996, prima che egli iniziasse a perdere poco a poco la memoria. Egli racconta la sua gioventù in una famiglia piemontese emigrata in Argentina. La situazione politica tesa del paese però lo costringue all’esilio inizialmente in Italia, poi in Spagna e finalmente in Francia dove si stabilisce definitivamente e dove scrive le sue ultime opere in lingua francese, poesie musicali e commoventi come si evince dal titolo del libro.

Da adolescente vive nella pianura argentina e le pianure, le distese infinite, percorse solo con il suo cavallo Colorado, lo hanno forgiato, lo hanno aiutato a costruirsi da sé il suo destino.

« Davanti agli occhi mi si rivelarono distese,  e tutto intorno al mio cavallo si dipanavano le terre distanti, davanti ai miei occhi avevo pianure rovinate come la mia schiena. […] In quelle mattine d’infanzia, in sella a Colorado, vedevo la terra sotto di me scorrere, e il cielo sparire, prendendo coscienza della mia prigionia, sentivo crescere l’insostenibile ricerca di un limite, di un confine, un ostacolo. Da un infinito all’altro,  il vento soffiava. » (Folio, p.96)

Tra una tipica  « mamma » italiana, ottima cuoca e religiosa e un padre autoritario, il ragazzo ha ricevuto un’educazione solida. I ricordi dello scrittore provocano teneri sorrisi alla prozia Pinotta, lacrime di commozione per l’eccezionalità della storia, le rivolte, la situazione politica del paese verso la dittatura.

Abbiamo il piacere di vedere la nascita di un’anima e di una cultura artistica , ipersensibile nei confronti delle gioie umane e dei dolori del mondo .

« Abbiamo assistito a conferenze, non abbiamo mancato alcun dibattito; una volta abbiamo pranzato con Borges di fronte e un’altra volta abbiamo portato delle farfalle dal Brasile di un blu folgorante a Walter Gieseking che posò la scatola sul piano prima del concerto. Abbiamo sognato di essere ciò che eravamo: europei in esilio.»(Folio, p.346)

Hector Bianciotti è una autore contemporaneo dalle larghe vedute che scrive in un francese perfetto. Egli dona anche un ottimo esempio di letteratura d’esilio, una ricchezza letteraria dai toni commoventi.

Questo libro riprende i temi già trattati in Le Traité des saisons, scritto in spagnolo e pubblicato in francese nel 1977, edizioni Gallimard. Entrambi i libri sono molto interessanti per tutti coloro che sono appassionati e volgiono informarsi a proposito della genesi di un’opera letteraria.

VN:F [1.9.7_1111]
Donnez votre avis !
Rating: 5.0/5 (1 vote cast)

Ciò che la notte racconta al giorno, 5.0 out of 5 based on 1 rating
 


   Laisser un commentaire web 2.0



Plus de commentaires sur ce post.



Partagez !


Selezionare la lingua



Rubriche


ZigZag vous invite à utiliser la langue française comme un passeport ouvrant les portes de l’ailleurs

Partenaire

Bien Dire - Magazine pour apprendre le Français

Azurlingua Culture recommande l'utilisation du magazine Bien Dire pour Apprendre le Français.

Apprendre le Français avec Bien Dire

AZURWORLD COMMUNITY

-->